E’ l’unica chiesa romanica superstite della città, già citata nel 1124. Si tratta di una semplice costruzione a tre navate, con quattro campate ciascuna, un coro con abside semicircolare ed un bel tiburio ottagonale illuminato da monofore e bifore. All’interno sopravvivono tracce di affreschi del XV secolo tra i quali una Madonna del Latte attribuita a Giovanni de Campo. L’attuale aspetto è frutto dei restauri compiuti negli anni Cinquanta, che hanno eliminato gli adattamenti di epoca barocca, riportando l’edificio al suo stile romanico originario.

La chiesa è in Vicolo Ognissanti, angolo via S. Pellico a Novara.