Tutto l’abitato si caratterizza per la presenza di grandi case a sviluppo verticale, alcune ancora risalenti al ‘700 e ‘800, ritmate da aperture ad arco e dai balconi in pietra impreziositi da ringhiere in ferro battuto, facciate decorate da trompe l’oeil con motivi floreali o affreschi religiosi.

Al centro dell’abitato si ammira l’artistica facciata dell’Oratorio di San Giuseppe, detto “alla Fontana”, un edificio consacrato nel 1738 che suggella la collaborazione tra Borsetti e Orgiazzi, noti ed importanti artisti settecenteschi. Lavorano fianco a fianco, impegnati l’uno nelle scene figurate (l’Annunciazione ai lati e la Morte di San Giuseppe al centro) e l’altro nella grande quadratura architettonica dell’insieme. All’interno la modesta navata sfocia in un grazioso presbiterio sormontato da una cupola in cui è rappresentata la Gloria di San Giuseppe, opera ascrivibile al Borsetti (1744).