Il santuario di Oropa.

Il santuario di Oropa.

Un santuario mariano a 1159 metri di altitudine, a circa 12 chilometri da Biella, in un anfiteatro naturale tra le montagne. E’ il santuario di Oropa dedicato alla Madonna Nera e comprende un Sacro Monte (dal 2003 Patrimonio dell’Umanità Unesco), la chiesa antica sorta sul sacello originario e il santuario attuale dotato di diverse strutture destinate all’ospitalità. Dal santuario è possibile raggiungere in funivia il Lago del Mucrone a circa 1900 metri.

Secondo la tradizione, a fondare il santuario di Oropa fu Sant’Eusebio, vescovo di Vercelli nel IV secolo d.C. e vero diffusore del Cristianesimo e della devozione mariana nelle valli biellesi, fino ad allora spiccatamente pagane. Dalla prima metà del Trecento, poi, la statua gotica della Madonna Nera è l’oggetto di devozione in santuario: a questa Vergine sono attribuiti numerosi miracoli e grazie. Il simulacro era ospitato nel sacello ancora visibile nella parete nord della basilica antica, presso un masso erratico che probabilmente era stato un luogo di culto precristiano. Il primo ex voto qui è datato 1522 ed è firmato da Bernardino Lanino.

L’espansione architettonica più evidente, però, è quella di età barocca: grazie ai Savoia, lavorarono qui architetti come Filippo Juvarra e Guarino Guarini. E’ in questo periodo che, attorno alla basilica antica, venne edificato il santuario con funzione di ospizio per i pellegrini. E’ sempre seicentesco il voto della città di Biella perchè finisse la peste: ancora oggi, in segno di devozione e ringraziamento, la città di Biella città compie ad Oropa una processione solenne in osservanza di questo voto. Ma i pellegrinaggi sono numerosi e arrivano da ogni parte: ogni cinque anni ne parte in notturno uno molto suggestivo da Fontainemore in Val d’Aosta. Dopo un primo progetto dell’Ottocento venne realizzato il cimitero monumentale, ricco di importanti tombe di famiglie nobili biellesi, tra le quali quella di Quintino Sella a forma di piramide. L’ultima fase di espansione vede, all’inizio del XX secolo, la progettazione e costruzione della chiesa nuova, monumentale, dominata dall’alta cupola.

  • Guarda Oropa sulla mappa.


Visualizzazione ingrandita della mappa