Il centro di Cossato si sviluppa intorno alla chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, eretta prima dell’anno 1000 e ricostruita nel 1614 dopo un crollo, ma il nucleo più antico è quello che circonda l’attuale piazza Gramsci. Degne di nota sono Villa Ranzoni, edificio settecentesco sede oggi della Biblioteca Comunale, e Villa Berlanghino, in stile neoclassico con un imponente scalone in legno e un parco pubblico all’esterno.

Il fascino di Cossato non si trova però tanto nel suo centro, quanto nelle sue borgate, nascosti gruppi di case affacciate sui cortili interni, dove ancora si trovano angoli storici e antichi palazzi: in via Tarino si vede ancora la cà ‘d Tarin, o a Castellazzo restano porzioni di mura medievali. Particolare è la borgata Fecia con la bella piazzetta, in cui spicca il palazzo dei conti Fecia (con un ampio parco e l’oratorio di Santa Margherita in stile medioevale), o la borgata Lavino dove si vede la cà ‘d Lavin con il caratteristico oratorio di Santa Caterina.

Nella piazza Croce Rossa si tiene settimanalmente il mercato che ha reso famosa Cossato come centro di incontro e scambio tra la pianura e la Valle Strona.

Ai margini delle Baragge di Candelo, sorge invece il Castello di Castellengo, con la vicina chiesa dei SS. Pietro e Paolo, anch’essa di origine medievale.

Guarda la mappa di Cossato.


Visualizzazione ingrandita della mappa