Secondo la Forrester Research, la più prestigiosa società americana di ricerca, il 51% degli operatori Business to Business, ovvero di aziende che vendono ad altre aziende e che utilizzano sistemi digitali per trovare, coinvolgere e fidelizzare i propri clienti, incrementano sensibilmente il proprio giro di affari.

Un dato significativo, quanto semplice ed evidente: per dominare e non subire i rapidi cambiamenti del mercato bisogna diventare digitali e bisogna farlo bene. Le politiche di Industria 4.0 aiutano le imprese dal punto di vista economico, ma rappresentano anche un’occasione da non perdere per realizzare un vantaggio competitivo reale attraverso un approccio orientato al cliente e al risultato. Questo il focus dell’incontro di qualche giorno fa sul metodo “Global Vision”.

Città Studi Biella e Digital Media Industries, società del gruppo Ducati Energia, lavorano da due anni con le aziende del team del centro di competenza InNovāRē per promuovere l’incontro tra “innovation makers” e “innovation seekers”. La funzione primaria di InNovāRē, infatti, è quella di porsi sul territorio come interlocutore privilegiato e mediatore culturale tra bisogno delle imprese e offerta di innovazione, offrendo un supporto alla ricerca, la gestione e lo sviluppo di progetti, nel campo del marketing e della formazione a 360 gradi.

Gli innovation makers sono aziende e persone di talento che hanno capacità ed esperienze di successo nei vari ambiti del digitale e dell’innovazione, gli innovation seekers sono le imprese che hanno necessità di innovare per realizzare il proprio vantaggio competitivo. A loro era rivolto, in particolare, l’appuntamento svoltosi qualche giorno fa nella Sala Seminari di Città Studi.

«Il nostro obiettivo – spiega Angelo Duilio Tracanna, amministratore delegato di DMI e coordinatore del centro di competenza – non è semplicemente quello di offrire un catalogo di servizi. Città Studi Biella, con InNovāRē, punta ad essere soprattutto un punto di riferimento e un luogo di professionisti che, attraverso un approccio strutturato e interdisciplinare, sanno suggerire a ciascuna impresa la strada giusta. Questo lo realizziamo attraverso modelli di analisi consolidati e strutturati che ci restituiscono una visione dell’azienda in chiave “omnichannel” per progettare percorsi di sviluppo concreti, operativi e sostenibili».

Il metodo proposto da InNovāRē si chiama “Global Vision” e il suo obiettivo è quello di fornire all’azienda un progetto e una strategia per realizzarlo, attraverso un processo di valutazione che tiene conto sia delle capacità e dello stato dell’impresa sia dello scenario competitivo di riferimento. Questo prima che l’azienda stessa abbia iniziato a sostenere dei costi.

Global Vision è frutto di più di vent’anni di esperienza nella gestione di progetti di innovazione e permette all’imprenditore di fare scelte basate su dati di fatto e condizioni reali, prima di imbarcarsi nella realizzazione di qualcosa di nuovo. Il servizio Global Vision è un unicum che Città Studi Biella offre al territorio. Un’occasione di crescita per dominare e non subire i continui cambiamenti del mercato.

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare Città Studi e InNovāRē al numero 015 8551110, inviare una mail all’indirizzo info@innovare.guru e consultare la pagina web www.cittastudi.org/innovare.

Ti interessa il tema dell'innovazione nel Piemonte Orientale?

Iscriviti alla newslettrer. Ti invieremo non più di tre messaggi al mese.

COMPILA IL MODULO