Spazio LILT di Biella è il centro oncologico multifunzionale di LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori dove ci si occupa di prevenzione. La struttura, situata in Via Ivrea n. 22, è dedicata alla popolazione del Nord Italia, a partire da Biella e dal quadrante del Piemonte Orientale, ed è una delle tre volute da LILT a livello nazionale.

LILT era già attiva a Biella dal 1995 nella sede di Via Belletti Bona (dove si trova anche l’Hospice “L’Orsa Maggiore”) ed è stata la prima sezione provinciale a creare nel Biellese un’unità di Cure Palliative Domiciliari.

Visite annuali precedente struttura

Obiettivo visite primo anno Spazio LILT

Superficie in metri quadrati

I lavori di costruzione di Spazio LILT sono iniziati il 25 Gennaio 2012 con il finanziamento da parte della sede nazionale di LILT di 340.000 Euro e sono stati realizzati grazie a consistenti donazioni e fondi via via raccolti. Il costo totale è stato di circa 5 milioni di Euro, al netto delle nuove apparecchiature per la diagnosi che sono state acquistate.

L’edificio è stato realizzato con criteri di funzionalità e con forte impatto estetico, con sensibilità anche verso il rispetto dell’ambiente, essendo ad esempio dotato di lastrico solare per il riscaldamento. Accanto ai locali dedicati alle visite di prevenzione – l’attività centrale per cui è nato – e ai locali amministrativi, Spazio LILT ha alcuni vani tuttora liberi, pronti per future destinazioni o in cui ospitare soggetti partner. Ci sono inoltre uffici e laboratori riservati ai volontari, dove vengono organizzate e gestite le varie campagne di sensibilizzazione e raccolta fondi, anche preparando i materiali messi in vendita fisicamente e online.

Dal 4 Luglio 2016 sono attivi gli ambulatori per la prevenzione primaria, secondaria e terziaria, come spiegato dal Presidente Mauro Valentini nel servizio radiofonico più sotto nella pagina.

Mauro Valentini e Daniela Mancini

Spazio LILT presentato dal Presidente di LILT Biella, Mauro Valentini

Ci siamo trasferiti a Spazio LILT.

Ne siamo felici e anche orgogliosi, noi e tutti i Biellesi che ci hanno aiutato con diverse modalità e anche i non Biellesi che ci hanno sostenuto avendo ben compreso le potenzialità di questa struttura. Esteticamente è emozionante e si inserisce bene nell’ambiente circostante, avendo rivitalizzato una vasta area centrale dismessa e fatiscente.

Ma questa è solo la cornice che contiene un’organizzazione di servizi di prevenzione che conta su professionisti preparati, attrezzature adeguate e all’avanguardia, intese e alleanze a livello locale, provinciale e regionale.

Il primo passo, quello del trasferimento degli uffici e la riattivazione dei servizi temporaneamente sospesi a causa del trasloco, è stato fatto, da qui in poi ricomincia la crescita.

Daniela Alberici Mancini,
Vice Presidente

Spazio LILT è un sogno che diventa realtà, un sogno nel quale hanno creduto in tantissimi: dallo staff motivato di LILT Biella, che lavora incessantemente e con passione, alla Signora Giuseppina Rizzo e alla Contessa Ada Barberis Fortina che hanno destinato all’Associazione legati testamentari fondamentali sia per dare inizio al progetto Spazio LILT sia per aver permesso di giungere a ciò che vediamo oggi. A loro si è subito affiancato il sostengo della Fondazione Famiglia Caraccio grazie alla quale abbiamo sostenuto la realizzazione delle fondamenta della struttura e, di seguito, si è assistito ad un incessante sostegno da parte di aziende, enti, istituzioni, fondazioni, club di servizio, comuni, pro loco e tanti piccoli a questo si aggiungono le migliaia di persone che hanno donato poco o tanto ma ognuna in base alla propria disponibilità.

Se Spazio LILT esiste è perché in questi anni non siamo mai stati soli. Il nuovo Centro è stato voluto da LILT Biella, ma soprattutto dai Biellesi senza i quali questo progetto non esisterebbe.

Non possiamo, inoltre, non considerare le difficoltà economiche che in questo periodo affliggono molte persone. Quando la malattia colpisce è importante aiutare chiunque nel modo migliore con professionisti preparati e strumentazioni che agevolino il malato nel suo percorso che si spera di guarigione. Dinnanzi a questi pensieri, proprio per agevolare chi si trova in condizioni di importante difficoltà economica, a Spazio LILT esisterà un Fondo di solidarietà perché è giusto che chi ha problemi economici non debba essere penalizzato e lasciato solo.

Mauro Valentini presenta Spazio LILT a Radio GRP e Discoradio

da Piero Rigolone | BitRadio - Digital First

Alcune immagini di Spazio LILT

Le visite di prevenzione e diagnosi precoce,
potenziate con nuove specialità

Dermatologia (con ausilio di videodermatoscopio digitale)
Dott.ssa Annalisa Andreani, Dott.ssa Valeria Vercellotti, Dott. Corrado Servo
Da sempre, è uno dei servizi maggiormente richiesti per la grande professionalità degli specialisti che ci lavorano e per la possibilità di fare diagnosi in tempo reale grazie ad un videodermatoscopio digitale di ultima generazione.

Senologia (con ausilio di ecotomografo con elastografia)
Dott.ssa Cinzia de Candia
L’ecografo con elastografia è lo strumento innovativo presente nell’ambulatorio, che permette di ottenere informazioni sulla durezza e l’elasticità dei tessuti molli o dei noduli e di identificare in modo accurato neoformazioni. Un ecografista esperto legge le immagini definendo una diagnosi e l’opportunità di eventuali approfondimenti diagnostici.

Urologia (con ausilio di ecotomografo con elastografia)
Dott. Enzo Pugno, Dott. Gianni Vecchi
Mentre la parte ginecologica diventerà operativa più avanti, al momento il servizio è dedicato alla diagnosi precoce del tumore alla prostata. Prelievi per il dosaggio ematico del PSA e visite urologiche per scoprire tempestivamente il tumore più diffuso tra gli uomini.

Dietologia oncologica
Dott.ssa Clotilde Tucci
L’ambulatorio dietologico propone un servizio che si rivolge a persone affette da patologie quali: malattie tumorali, obesità, patologie cardiovascolari (infarto, ictus), dislipidemie, diabete, patologie dell’apparato digerente e ipertensione correlate a sovrappeso, menopausa.

Centro antifumo di II Livello
Dott. Riccardo Zaffalon, Dott.ssa Antonella Fornaro
Un pneumologo ed una psicologa uniscono le loro professionalità per aiutare persone che hanno a che fare con la dipendenza dal fumo di tabacco. Una sinergia ed una complementarietà che dà ottimi risultati.

Psico-oncologia
Dott.ssa Antonella Fornaro
La figura dello psicologo è parte integrante dell’équipe del settore riabilitativo; gli interventi sono individuali, di coppia, familiari o di gruppo.

Sportello Informativo Oncologico
Avv. Enrica Parlamento
Per aiutare pazienti e famigliari a conoscere i diritti e le agevolazioni spettanti in caso di malattia.

Nuovi ambulatori di Spazio LILT per la prevenzione
e la diagnosi precoce

Otorinolaringoiatria e stomatologia (con ausilio di videolaringoscopio)
Dott. Fabio Bertone, Dott.ssa Lucia Ceria
Anche se sono forme tumorali che non rientrano negli abituali programmi di screening, i tumori di naso, bocca e gola meritano di essere sorvegliati; soprattutto nei fumatori e nei forti bevitori. Diagnosi accurate con un videolaringoscopio a fibre ottiche di ultima generazione che, grazie ad una fonte luminosa e ad una telecamera collegata a un monitor esterno, permette di osservare nei minimi dettagli la laringe e ogni sua struttura costituente (epiglottide, corde vocali ecc.).

Colonproctologia (con ausilio di videocolonscopio), a partire da Settembre 2016
Dott. Sergio Peyre
Per la diagnosi precoce del tumore del colon-retto si rende necessaria una pancolonscopia; a Spazio LILT verrà utilizzato un videoendoscopio elettronico; questo strumento fornisce segnali digitali con una elaborazione ed un’analisi elettronica dell’immagine. Un sistema computerizzato costituito da un PC con scheda grafica e da un software specializzato gode dei numerosi vantaggi propri delle strumentazioni di ultima generazione.

Medico

Le nuove apparecchiature per la diagnosi a Spazio LILT

Negli ambulatori di Spazio LILT sono attive due nuove apparecchiature che si aggiungono a quelle già utilizzate nella vecchia sede.

Un Videolaringoscopio con luce fredda e luce calda. La luce calda permette di realizzare circa il 10% in più di diagnosi precoci.

Un Ecografo per la diagnosi dei noduli della mammella, per un’attività complementare a quella che nel Biellese viene realizzata da ASL e Fondo Tempia.

Spazio LILT e la collaborazione con l’ASL di Biella

La sinergia con la ASL BI è sempre più stretta anche perché il nuovo Ospedale di Biella sarà a prevalente indirizzo oncologico e Spazio LILT potrà dare a livello territoriale il proprio forte contributo. In attesa di attivare i nuovi servizi per la riabilitazione oncologica, si stanno definendo nuovi accordi proprio con l’ASL locale, in un percorso di integrazione, collaborazione e sinergia tra il pubblico ed il privato sociale.

A breve sarà attiva anche l’area della riabilitazione oncologica che è, di per sé, un intervento globale (fisico, psicologico, occupazionale) che ha lo scopo di ottimizzare la qualità della vita del malato, aiutando il paziente (e la sua famiglia) a ritrovare standard di vita quanto più simili a quelli precedenti la malattia

A Spazio LILT, grazie soprattutto alla collaborazione con il dott. Giuseppe Graziola, il dott. Giuliano Scrivano e la dott.ssa Lia Rusca saranno attivati percorsi dedicati rispettivamente all’esercizio fisico adattato e all’attività fisica adattata. Grazie al nuovo Centro i servizi erogati ai Biellesi, e non solo, saranno incrementati.

Da Settembre 2016 verranno via via attivati molti nuovi percorsi di prevenzione e di riabilitazione per avvicinarsi all’obbiettivo che è stato il movente di questo progetto: Spazio LILT come casa per la salute e per la qualità della vita.

Come si prenotano le visite?

Facciata principale Spazio LILT

A Spazio LILT si esegue la diagnosi di primo livello. I casi che meritano approfondimento vengono inviati al medico di base che a sua volta prescriverà le necessarie visite presso le strutture ASL.

Per prenotare una visita e accedere ai servizi di Spazio LILT bisogna contattare il numero 015 83 52 111, dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle 18.00, oppure recarsi presso la sede in via Ivrea 22, per prendere di persona un appuntamento.

Iscriviti alla newsletter di Piemonte Orientale & Oltre

Ti invieremo al massimo tre messaggi al mese.

COMPILA IL MODULO