Po.in.tex (www.pointex.eu) è il Polo di Innovazione Tessile della Regione Piemonte con sede a Biella che vede Città Studi come Ente gestore e conta sulla collaborazione dell’Unione Industriale Biellese. È un’associazione di imprese, consorzi e organismi di ricerca nata nel 2009 con lo scopo di promuovere la competitività industriale attraverso l’innovazione cooperativa e di rafforzare il tessuto produttivo tessile territoriale operando nell’ottica di costituire forti reti internazionali.

Nei giorni scorsi il Polo di Innovazione Tessile – Po.in.tex e la Regione Piemonte hanno partecipato alla Conferenza Pubblica Annuale della Piattaforma Tecnologica Europea per il futuro del Tessile Abbigliamento, svoltasi a Bruxelles presso la Commissione Europea – Comitato delle Regioni.

A denotare il forte interesse della manifestazione, giunta alla sua undicesima edizione, il numero di realtà presenti: quest’anno erano più di 100 i partecipanti, provenienti da 23 regioni dislocate in 19 Paesi europei. Al tavolo dei relatori, tra gli altri, Pasquale Campanile, Project Manager di Po.in.tex, e Vincenzo Zezza, Responsabile Sistema Universitario, Diritto allo studio, Ricerca e Innovazione della Regione Piemonte.

La conferenza, organizzata in collaborazione con Euratex, è stata occasione per presentare pubblicamente l’iniziativa RegioTex, che coinvolge diversi attori operanti nel tessile-abbigliamento, sia pubblici che privati, nello sforzo comune di sviluppare e implementare strategie per facilitare ed accelerare il rinnovamento del settore manifatturiero tradizionale delle regioni di tutta Europa. Dopo aver delineato la mission dell’iniziativa è stato presentato il futuro piano d’azione, in linea con l’obiettivo di modernizzazione industriale richiesto dalle politiche regionali della Commissione Europea.

Ad oggi RegioTex, a pochi mesi dalla fase preliminare, ha visto l’adesione di sei regioni a vocazione tessile: Catalogna e Valencia (Spagna), Nord-Pas de Calais (Francia), il Nord del Portogallo, il Nord-Est della Romania e le Fiandre Occidentali (Belgio). Altre sette regioni hanno già espresso il loro interesse nel prendere parte all’iniziativa: Piemonte ed Emilia Romagna (Italia), Baden Wurttemberg e Sassonia (Germania), nord est della Boemia (Repubblica Ceca), Rodano-Alpi (Francia), Västra Götaland (Svezia). L’adesione a RegioTex è tuttora aperta a tutte le regioni dell’Unione Europea interessate a sostenere l’innovazione tessile, attraverso un rafforzamento della collaborazione europea e l’apprendimento peer to peer tra i vari attori coinvolti.

Iscriviti alla newsletter

Ti invieremo al massimo tre messaggi al mese.

COMPILA IL MODULO