Saranno tre giorni ricchi di eventi, ma soprattutto ricchi del buon sapore e del profumo intenso dei vini del territorio: l’edizione 2016 di AssaggioaNordOvest , la seconda della sua storia, si candida a diventare un appuntamento imperdibile per gli appassionati di enogastronomia. E candida Biella come nicchia preziosa di un settore, quello agroalimentare di qualità, che sta assumendo una sempre più crescente rilevanza.

Il programma della manifestazione è concentrato nel fine settimana tra Venerdì 18 e Domenica 20 Novembre. La sede principale sarà l’ex Lanificio Pria di salita di Riva 3, nel cuore del quartiere di archeologia industriale della città, a pochi passi da Cittadellarte, sede della fondazione di Michelangelo Pistoletto, anche se il clou sarà al Palazzone di via Seminari, una serata in cui la cena a cura di chef stellati sarà accompagnata dalla musica classica della violoncellista tedesca Ulrike Hofmann. Gli assaggi saranno possibili anche nelle vie del centro, in cui i vini saranno abbinati con salumi e formaggi tra una vetrina e l’altra. Inoltre nella tre giorni saranno coinvolti i migliori ristoranti del territorio, per mostrare i possibili abbinamenti tra i vini in esposizione e l’alta cucina.

La tradizione e l’innovazione saranno le protagoniste. La prima affonda le sue radici nel passato contadino del Biellese e dell’alto Piemonte. La seconda ha portato le etichette locali a ritagliarsi uno spazio di rilievo nel mercato internazionale, partendo dal prodotto di qualità per conquistare le tavole e i calici di mezzo mondo.

Proprio i produttori biellesi sono uniti a fianco degli organizzatori: saranno diciassette le aziende biellesi che esporranno e faranno assaggiare le loro eccellenze, dalla Serra alla zona orientale della provincia, fino alle colline quasi a ridosso della città. Si tratta di Barni (Brusnengo), Pietro Cassina (Lessona), Castello di Montecavallo (Vigliano), Cellagrande (Viverone), Centovigne Castello di Castellengo (Cossato), Massimo Clerico (Lessona), Donna Lia (San Secondo di Salussola), Eusebio (Prelle di Salussola), La Badina (Lessona), Mazzucchelli (Lessona), Mino Barale (Lessona), Massimo Pastoris (Viverone), Pozzo (Viverone), Rolej (Cavaglià), Tenute Sella (Lessona), Villa Era (Vigliano), La Favorita (Viverone). Accanto a loro, gli ospiti arrivano dalla Francia: tra Nebbiolo, Erbaluce e Bramaterra ci sarà spazio anche per lo champagne, le bollicine più famose del mondo, con cinque produttori che arricchiranno gli stand e i tavoli di degustazione. Le aziende transalpine presenti saranno Dehours, Calzac , Stroebel, Sélèque e Novack. Saranno presenti anche alcuni produttori piemontesi dell’associazione Vinnatur, che promuove la produzione di vini naturali, con il suo presidente Angiolino Maule.

Per il pubblico l’ingresso all’area degustazione dell’ex lanificio Pria costerà 20 euro, ma c’è un modo semplice per ottenere un maxi-sconto. Chi pagherà via smartphone attraverso l’applicazione Hype, ultima creatura hi-tech di Banca Sella, avrà diritto a un biglietto ridotto di 10 euro. Attraverso il sito web www.assaggioanordovest.com sarà possibile sia acquistare gli ingressi sia conoscere programma, menu e locali delle cene a tema, prenotandosi un tavolo.

Partner istituzionali: Città di Biella, Atl Biella, Camera di Commercio Biella e Vercelli, Unione Industriale Biellese.

In collaborazione con: Associazione Italiana Sommelier, Discover Biella, Biella Turismo, Gruppo Banca Sella, Archivio Pria.

Sponsor: OrangePix, Relais Santo Stefano, Una Golf Hotel Cavaglià, Golf Club Cavaglià, Botalla Formaggi, Menabrea, Maio Group, Gatti e Zanone Gourmet & charme, Hype.

Alessandro Ciccioni presenta l'edizione 2016

da Piero Rigolone | BItRadio - Digital First